Condizioni generali di viaggio

Condizioni generali di contratto alberghiero

I. Ambito di applicazione
1. Le presenti condizioni di contratto trovano applicazione per i contratti relativi alla cessione in forma di affitto di camere di hotel finalizzate all'alloggiamento, nonché per tutte le prestazioni fornite da parte dell'hotel ai clienti.
2. Il subaffitto o l'ulteriore cessione in affitto delle camere, nonché il loro utilizzo a scopi diversi dall'alloggiamento necessitano della previa autorizzazione scritta dell'hotel, fermo restando che il § 540 cpv. 1 frase 2 del Codice Civile tedesco viene escluso, a condizione che il cliente non sia consumatore.
3. Le condizioni di contratto del cliente trovano applicazione esclusivamente nel caso in cui ciò sia stato espressamente e precedentemente pattuito in forma scritta.

II. Stipula del contratto, partner contrattuale; decadenza
1. Il contratto viene posto in essere mediante l'accettazione della richiesta del cliente da parte dell'hotel. È a discrezione dell'hotel confermare la prenotazione della camera in forma scritta.
2. I partner contrattuali sono l'hotel e il cliente. Qualora un terzo soggetto abbia effettuato una prenotazione per conto del cliente, garantirà in qualità di debitore solidale per tutti gli obblighi emergenti per il cliente in virtù del contratto alberghiero, a condizione che l'hotel disponga una dichiarazione corrispondente.
3. Tutte le rivendicazioni nei confronti dell'hotel decadono in linea di principio entro un anno a partire dall'inizio del termine di decadenza per il quale è prevista l'informazione ai sensi del § 199 cpv. 1 del Codice Civile tedesco. Le rivendicazioni di risarcimento danni decadono senza obbligo d'informazione entro cinque anni. Le riduzioni dei termini di decadenza non trovano applicazione per le rivendicazioni basate su una violazione degli obblighi intenzionale o negligente da parte dell'hotel.

III. Prestazioni, prezzi, pagamento, addebito
1. L'hotel è obbligato a mettere a disposizione le camere prenotate dal cliente e a fornire le prestazioni pattuite.
2. Il cliente è obbligato a pagare i prezzi pattuiti o in vigore dell'hotel per la cessione della camera e per le prestazioni delle quali si avvale. Ciò trova validità anche per le prestazioni e le spese dell'hotel ordinate dal cliente in favore di terzi.
3. I prezzi pattuiti comprendono l'imposta su valore aggiunto prevista dalla legge. Qualora il periodo che intercorre fra la stipula del contratto e l'esecuzione del contratto superi i quattro mesi e in tale periodo il prezzo calcolato dall'hotel per il tipo di prestazioni prenotate aumenti, l'hotel può adattare adeguatamente il prezzo pattuito per contratto, tuttavia con un aumento massimo del 5%.
4. I prezzi possono inoltre essere modificati da parte dell'hotel, nel caso in cui il cliente desideri effettuare modifiche successive al numero delle camere prenotate, alle prestazioni richieste all'hotel oppure alla durata del soggiorno degli ospiti e l'hotel stesso accordi tali modifiche.
5. Le fatture dell'hotel senza termine di scadenza devono essere pagate entro 10 giorni a partire dal ricevimento della fattura senza detrazioni. L'hotel ha il diritto di esigere in ogni momento i crediti maturati e di richiederne il pagamento immediato. In caso di mora di pagamento l'hotel ha il diritto di richiedere gli interessi di mora vigenti per legge, che ammontano al momento all'8%, mentre ammontano al 5% oltre al tasso di interesse di base per i negozi giuridici dei quali fa parte un consumatore. L'hotel si riserva il diritto di comprovare un danno superiore.
6. L'hotel ha il diritto di richiedere un adeguato pagamento anticipato o una prestazione di garanzia al momento della stipula del contratto o in un momento successivo, nel rispetto delle disposizioni di legge relative ai viaggi tutto compreso. L'ammontare del pagamento anticipato e i termini di pagamento possono essere pattuiti per iscritto nel contratto.
7. Il cliente ha la facoltà di compensare o ridurre un credito dell'hotel esclusivamente con un credito non contestato o passato in giudicato.

IV. Recesso del cliente (annullamento, storno) / Mancato utilizzo delle prestazioni dell'hotel
1. Il recesso del cliente dal contratto stipulato con l'hotel necessita del consenso scritto da parte dell'hotel stesso. Qualora non venga rilasciato alcun consenso, il prezzo pattuito in virtù del contratto deve essere corrisposto anche nel caso in cui il cliente non utilizzi le prestazioni contrattuali. Ciò non trova validità in caso di violazione dell'obbligo dell'hotel di considerare diritti, beni protetti dalla legge e interessi del cliente, qualora non sia possibile attendersi un rispetto del contratto da parte del cliente a causa di tale condotta oppure qualora al cliente spetti un diritto di recesso previsto dalla legge o dal contratto.
2. A condizione che l'hotel e il cliente abbiano pattuito per iscritto un termine per il recesso a titolo gratuito dal contratto, il cliente ha la facoltà di recedere dal contratto entro il termine previsto, senza causare rivendicazioni di pagamento o risarcimento danni da parte dell'hotel. Il diritto di recesso del cliente si estingue qualora egli non eserciti tale diritto nei confronti dell'hotel in forma scritta entro il termine pattuito, a condizione che non sussista un caso di recesso del cliente come previsto dal punto 1, frase 3.
3. Per le camere non utilizzate dal cliente, l'hotel deve considerare i proventi da un affitto diverso delle camere, nonché le spese risparmiate.
4. L'hotel può esigere a propria discrezione il compenso pattuito nel contratto e calcolare a forfait la detrazione per le spese risparmiate. In questo caso il cliente è obbligato a pagare almeno l'80% del prezzo pattuito nel contratto per il pernottamento con o senza colazione, il 70% per gli accordi di mezza pensione e il 60% per quelli di pensione completa. È a discrezione del cliente dimostrare che non deve compensare i debiti sopra indicati o quanto meno non nell'ammontare richiesto.


V. Recesso dell'hotel
1. A condizione che sia stato concordato per iscritto un diritto di recesso a titolo gratuito del cliente entro un termine stabilito, nell'arco di tempo di riferimento l'hotel ha a sua volta il diritto di recedere dal contratto, qualora vi siano richieste da parte di altri clienti per le camere prenotate nel contratto e il cliente non rinunci al suo diritto di recesso in seguito a richiesta da parte dell'hotel.
2. Nel caso in cui non venga compensato alcun pagamento anticipato pattuito o richiesto come previsto dalla clausola III n. 6, anche in seguito di fissazione di un ulteriore termine adeguato da parte dell'hotel, quest'ultimo ha il diritto al recesso dal contratto.
3. Inoltre l'hotel ha il diritto di recedere dal contratto in via straordinaria per l'esistenza di giustificati motivi, quali ad esempio a) cause di forza maggiore o altre circostanze non riconducibili all'hotel che rendono impossibile l'esecuzione del contratto;
b) prenotazione delle camere con indicazioni fuorvianti o mendaci di importanti informazioni, ad esempio riguardanti la persona del cliente o lo scopo;
c) nel caso in cui l'hotel abbia un fondato motivo di credere che l'utilizzo delle prestazioni dell'hotel possa ledere il regolare esercizio, la sicurezza o l'immagine nei confronti del pubblico dell'hotel e ciò non sia imputabile all'ambito di controllo o dell'organizzazione dell'hotel;
d) presenza di una violazione della clausola I n. 2 di cui sopra.
4. In caso di recesso giustificato da parte dell'hotel, il cliente non riceve alcun diritto al risarcimento danni.

VI. Preparazione, cessione e restituzione delle camere
1. Il cliente non acquisisce alcun diritto alla preparazione di precise camere.
2. Le camere prenotate sono a disposizione del cliente a partire dalle ore 15:00 del giorno di arrivo pattuito. Il cliente non ha diritto a una preparazione anticipata.
3. Per il giorno di partenza pattuito le camere devono essere sgombere e messe a disposizione dell'hotel entro e non oltre le ore 12:00. Dopo di che, in caso di sgombero ritardato della camera, l'hotel ha la facoltà di calcolare in fattura il 50% del prezzo di alloggiamento pieno (prezzo di listino) per un utilizzo extracontrattuale fino alle ore 18:00, mentre dopo le ore 18:00 può calcolare il 100%. Le rivendicazioni contrattuali del cliente non sono perciò motivate. È a discrezione del cliente dimostrare che l'hotel non ha diritto ad alcun compenso o in caso contrario a compensi di entità significativamente inferiore.

VII. Responsabilità dell'hotel
1. L'hotel è responsabile per i suoi obblighi contrattuali con tutta la diligenza di un commerciante avveduto. Le rivendicazioni del cliente in riferimento a risarcimento danni sono escluse. Fanno eccezione i danni causati da lesioni alla vita, al corpo e alla salute, nel caso in cui la violazione dell'obbligo sia riconducibile all'hotel, altri danni dovuti a una violazione degli obblighi volontaria o negligente da parte dell'hotel e danni riconducibili a una violazione volontaria o negligente degli obblighi tipici del contratto da parte dell'hotel. Una violazione degli obblighi da parte di un rappresentante legale o di un agente dell'hotel viene parimenti considerata come una violazione da parte dell'hotel. Qualora risultino inconvenienti o lacune nelle prestazioni dell'hotel, non appena quest'ultimo ne venga a conoscenza o il cliente presenti una tempestiva lamentela al riguardo, l'hotel farà quanto in suo potere per porvi rimedio. Il cliente è obbligato a contribuire in ragionevole misura al fine di eliminare tali inconvenienti e contenere l'entità del danno.
2. Per eventuali beni del cliente l'hotel si assume la responsabilità secondo le disposizioni di legge, vale a dire fino a cento volte il prezzo della camera, per un massimo di 3.500 €, mentre per denaro, titoli e oggetti preziosi fino a 800 €. Il denaro, i titoli e gli oggetti preziosi fino a un valore di 20.000 € possono essere custoditi all'interno della cassaforte dell'hotel, oppure fino a un valore di 2.000 € all'interno della cassaforte della camera. L'hotel consiglia di avvalersi di questa possibilità. Eventuali rivendicazioni di responsabilità si estinguono nel caso in cui dopo essere venuto a conoscenza della perdita, la distruzione o il danneggiamento il cliente non informi immediatamente l'hotel (§ 703 Codice Civile tedesco). Per un'ulteriore responsabilità dell'hotel trova validità il punto 1, frasi da 2 a 4.
3. Qualora venga messo a disposizione del cliente un posto macchina all'interno del garage o presso un parcheggio dell'hotel, anche a pagamento, non viene stipulato alcun contratto di deposito o custodia. In caso di perdita o danneggiamento di veicoli parcheggiati o situati presso l'area dell'hotel, o dei loro contenuti, l'hotel non si assume alcuna responsabilità, fatti salvi i casi di intenzione o negligenza grave. In proposito trova validità il punto 1, frasi da 2 a 4.
4. Il servizio sveglia viene eseguito dall'hotel con la massima diligenza. Le informazioni, la posta e i recapiti di merce per gli ospiti vengono trattati con rispetto e attenzione. L'hotel prende in consegna e custodisce i recapiti e inoltre, su richiesta e dietro pagamento, si occupa dell'inoltro a un altro indirizzo degli stessi. In proposito trova validità il punto 1, frasi da 2 a 4.

VIII. Disposizioni finali
1. Eventuali modifiche o integrazioni al contratto, all'accettazione della richiesta o alle presenti condizioni di contratto per l'ammissione in hotel richiedono la forma scritta. Le modifiche unilaterali da parte del cliente non hanno efficacia.
2. Luogo di esecuzione e pagamento è la sede dell'hotel.
3. Viene eletto foro competente esclusivo per le transazioni commerciali – anche per le controversie riguardanti i pagamenti con assegno e cambiali – la sede dell'hotel. A condizione che il partner contrattuale soddisfi i requisiti del § 38 cpv. 2 del Codice di Procedura Civile tedesco e non abbia un foro competente sul territorio nazionale, il foro competente rimane la sede dell'hotel.
4. Trova applicazione il diritto tedesco. Rimangono esclusi la Convenzione sulla vendita internazionale di beni e il Diritto internazionale privato.
5. Qualora singole disposizioni delle presenti Condizioni Generali di Contratto per l'hotel siano o risultino in futuro inefficaci, resta salva l'efficacia delle restanti disposizioni. Trovano inoltre validità le disposizioni previste dalla legge.

jstag